IL CASTELLO   MODULATORE         TEORIE         LE RUOTE         I 7 RAGGI        MESSAGGI       CONTATTI        PROGETTI

astrologia

astronomia jotish astri

LA CULTURA VEDICA
- -
13-12-2011
La Cultura Vedica è estremamente antica, risale ad almeno 5000 anni fase; essa possiede caratteristche peculiari neli vari rami di teologia, filosofia, arte, scienza e letteratura, rintracciabili ancora oggi. L'Astrologia Vedica è parte integrante di questa cultura ed è stata praticata da tempo immemorabile.
I Veda sono costituiti da sei parti principali dette Vedanga, "membra dei Veda". Una di queste membra è il Jyotisha Vedanga, che comprende l'astronomia e l'astrologia. Per migliaia di anni i rishi (saggi) hanno tramandato la tradizione dell'Astrologia Vedica di generazione in generazione insieme ai Veda, porzioni dei quali sono state estratte in momenti successivi e inserite nel Jyotisha Vedanga.
L'Astrologia Vedica si è diffusa dall'India verso la Persia e dalla Persia verso la Babilonia e quindi in Grecia, a Roma e in Egitto. Con l'ascesa dell'impero islamico gli Arabi impararono ad ovest l'astrologia dai Greci e ad est dall'India.In occidente l'astrologia ha avuto molte difficoltà ad affermarsi. Durante il Medio Evo è praticamente sparita dall'Europa ed è riapparsa solo durante il Rinascimento. Questa storia spezzata non ha aiutato la continuità della ricerca, dell'osservazione e della sperimentazione nel tempo, con la conseguenza che l'astrologia occidentale è portatrice di molte lacune, parti mancanti e discontinuità. L'Astrologia Vedica invece non ha subito tale effetto, avendo conservato una tradizione ininterrotta di almeno 5000 anni
Nell'Antica India e anche ai tempi moderni in India l'astrologia viene insegnata nelle scuole e nelle università. Prima di proseguire vorrei fare una precisazione: da sempre il calendario è stato calcolato usando gli astri, i nomi dei giorni della settimana portano ancora i nomi dei pianeti:

Domenica (Soledì) = giorno del Sole               RAVIARA

Lunedì = giorno della Luna                             SOMAVARA

Martedì = giorno di Marte                              MANGALVA

Mercoledì= giorno di Mercurio                       BUDHAVARA
Giovedì = giorno di Giove                              GURUVA
Venerdì = giorno di Venere                             SHUKRAVARA

Sabato (Saturndì) = giorno di Saturno             SHANIVARA

I giorni della settimana sono sette perché sette sono i pianeti. Un tempo, qualche bigotto buontempone, in nome della religione cambiò i nomi al primo e all’ultimo giorno della settimana, mutò Soledì in Domenica (il giorno del Signore, chiaro riferimento alla festività cristiana) e Saturndì in Sabato (chiaro riferimento alla festività ebraica). I mesi sono dodici, perché dodici sono le costellazioni dello Zodiaco. Prima che i loro nomi fossero cambiati, ogni mese portava il nome di una costellazione e il primo mese dell’anno era marzo, in quanto a quell’epoca coincideva con l’entrata del Sole nel segno dell’Ariete. Ma la fantasia di quel signore che decise di cambiare i nomi ai mesi non era poi così fervida, tanto è vero che da settembre a dicembre, a questi quattro mesi non seppe mai che nome dare e li chiamò con dei numeri.

Settembre = il settimo mese       Novembre = il nono mese

Ottobre = l'ottavo mese             Dicembre = il decimo mese

Ma qualcosa non quadra, perché i mesi sono dodici, quindi come può Dicembre il decimo mese essere l'ultimo mese dell'anno? Pensiamo ai segni zodiacali:

1) Ariete=Marzo          7) Bilancia=Settembre

2) Toro=Aprile            8) Scorpione=Ottobre

3) Gemelli=Maggio    9) Sagittario=Novembre

4) Cancro=Giugno      10) Capricorno=Dicembre

5) Leone = Luglio       11) Acquario=Gennaio

6) Vergine=Agosto     12) Pesci = Febbraio

Ora i conti tornano, il primo mese dell'anno era Marzo, quando il Sole entrava in Ariete. Il buontempone cambio i nomi dei mesi, ma non sapendo come chiamare i quattro rimasti, li chiamò semplicemente mese settimo, mese ottavo, ecc., e per far combaciare l'inizio del nuovo anno con il Natale (festa sostituita a quella del Dio Mitra), fece divenire Gennaio il primo mese dell'anno. Senza rendersi conto che il mese settimo in realtà era divenuto il nono, che il mese ottavo era divenuto il decimo e così via...

Il Calendario Lunare Vedico
Per il computo del tempo, l'astrologia vedica usa un Calendario Lunare. Questo calendario ha come base il Mese Lunare, che è formato da 30 giorni lunari. Ognuno di questi 30 giorni lunari è chiamato Tithi. I 30 Tithi sono divisi in due parti. I 15 giorni lunari che vanno dalla Luna Nuova alla Luna Piena sono chiamati Shuklapaksha. I 15 giorni lunari che vanno dalla Luna Piena alla Luna Nuova sono chiamati Krishnapaksha. Il giorno di Luna Nuova sarà quindi il 1° Tithi di Luna Crescente (Suklapaksha), il 15° Tithi il giorno di Luna Piena. Il 16° giorno del mese lunare non sarà il 16° Tithi, ma il 1° Tithi di Luna Calante (Krishnapaksha), e il 15° Tithi il giorno di Luna Nuova.Ognuno di questi 15 giorni lunari ha un nome in sanscrito, elencato nella seguente tabella:
AMAVASYA                        LUNA NUOVA               
PRATIPAT                          PRIMO GIORNO LUNARE
DWITIYA                          SECONDO GIORNO LUNARE
TRITIYA                           TERZO GIORNO LUNARE
CHATURTHI                     QUARTO GIORNO LUNARE
PANCHAMI                       QUINTO GIORNO LUNARE
SHASTI                             SESTO GIORNO LUNARE
SAPTAMI                          SETTIMO GIORNO LUNARE
ASHTAMI                          OTTAVO GIORNO LUNARE
NAVAMI                            NONO GIORNO LUNARE
DASHAMI                         DECIMO GIORNO LUNARE
EKADASHI                       UNDICESIMO GIORNO LUNARE
DWADASHI                      DODICESIMO GIORNO LUNARE
TRAYODASHI                 TREDICESIMO GIORNO LUNARE
CHATURDASHI     QUATTORDICESIMO GIORNO LUNARE
PURNIMA                        LUNAPIENA GIORNO LUNARE






GALLERY LINK AMICI HOME
©opyright casteldelmonte.eu - Tutti i diritti sono riservati