IL CASTELLO   MODULATORE         TEORIE         LE RUOTE         I 7 RAGGI        MESSAGGI       CONTATTI        PROGETTI

chimica

dna conoscenza bio-chimica

VIVIAMO IN UN MONDO DI ONDE
- tratto dal libro "FREQUENCY" di Penny Peirce -
Spiegazione delle onde elettromagnetiche
12-11-2011

Dalle particelle-onda nocciolo centrale della materia, all'alba e al tramonto, alle frequenze invisibili che veicolano le infor­mazioni, il mondo intorno a noi oscilla, dondola dentro e fuo­ri, avanti e indietro. Forse quando guardiamo la vita come un conglomerato di particelle, questa si blocca in solida materia e in fatti concreti, e quando la percepiamo come una serie di onde, si fonde in un oceano di energia e potenzialità. Ora la vediamo, ora no e - sorpresa - ora è tornata di nuovo! Certa­mente, la scienza ci ha radicato nel dato di realtà che il nostro mondo fisico estemo è vibrazionale (ossia composto da un ampio spettro dì energie: alcune per noi percepibili, ma in gran parie impercettibili). Sappiamo che l'energia si muove in onde, che le onde si presentano in una gamma di ampiezze (intensità) e frequenze (velocità), che conferisce loro qualità e comportamenti specifici. Sappiamo anche che le onde di energia viaggiano attraverso un medium, o campo, come l'a­ria, l'acqua, o anche la coscienza.

Il nostro spettro elettromagnetico, il metro di misura di una delle quattro forze base della fisica (elettromagnetica, de­bole, forte e gravitazionale), contiene onde di lunghezze che vanno da centomila chilometri a una frazione della dimensio­ne di un atomo. Il nostro linguaggio fa fatica a descriverlo; facciamo un debole tentativo, un po' come potremmo descri­vere le dimensioni di un cappuccino, classificando le bande di frequenza del solo spettro delle onde radio come estrema­mente basse, super basse, ultra basse, molto basse, medie, al­te, molto alte, ultra alte, super alte ed estremamente alte. In

pratica, la radiazione elettromagnetica può essere suddivisa in ottave - come si fa con le onde sonore - ricavando un totale di ottantuno ottave.

 

Onda a bassa frequenza

 

Onda ad alta frequenza


Le onde elettromagnetiche a bassa frequenza hanno lunghezza d'onda lunga e bassa energia, mentre le onde ad alta frequenza hanno una lun­ghezza d'onda corta e alta energia.

 

 

 

L'estremità a bassa frequenza dello spettro va dalle onde ra­dio alle microonde, alla radiazione terahertz (raggio T), alla radiazione infrarossa, allo spettro della luce visibile, alla radiazione ultravioletta, ai raggi X e infine ai raggi gamma. Nel caso non abbiate troppa familiarità con le funzioni di tutte queste vibrazioni, ecco qualche informazione utile.

Le onde radio sono usate per trasmettere dati tramite te­levisione, radio, radio a onde corte, telefoni mobili, immagini a risonanza magnetica e reti wireless.

Le microonde fanno sì che determinate molecole nei liqui­di assorbano energia e si riscaldino, come nel forno a mi­croonde, mentre le microonde a bassa intensità sono usate nei dispositivi Wi-Fi.

La radiazione terahertz è usata nelle applicazioni di imaging medico e per le comunicazioni, soprattutto in ambito mi­litare, grazie alla sua capacità di penetrare un'ampia varietà di materiali non conduttori.

La radiazione infrarossa è usata in astronomia e nella tecnologia di visione notturna e di imaging termico, in quanto in questa fascia gli oggetti caldi irradiano fortemente.

Lo spettro della luce visibile (o dell'arcobaleno) è la fa­scia entro la quale il sole e le stelle emettono la maggior parte della loro radiazione, e corrisponde al nostro mondo di visio­ne; anche se uccelli, insetti, pesci, rettili e alcuni mammiferi, come i pipistrelli, possono vedere la luce ultravioletta.

La radiazione ultravioletta è altamente energetica ed è in grado di spezzare legami chimici, rendendo le molecole inso­litamente reattive o ionizzandole. Le scottature solari, ad esempio, sono provocate dagli effetti distruttivi della radiazio­ne UV sulle cellule dell'epidermide.

I raggi X passano attraverso molte sostanze, cosa che li rende utili in medicina e nell'industria, sotto forma di radio­grafia e cristallografia. Sono emessi anche dalle stelle e dalle nebulose e quindi usate nella fìsica e nell'astronomia ad alta energia.

I raggi gamma sono prodotti dalle interazioni tra particelle subatomiche e sono in realtà fotoni ad alta energia. Hanno una grande capacità di penetrazione e possono provocare gra­vi danni se assorbiti dalle cellule viventi.

Ecco come si presenta l'intero spettro elettromagnetico: lo spettro elettromagnetico



 

Le energie fisiche che conosciamo nello spettro elettromagnetico vanno dalle onde radio ai raggi gamma. Di queste solo una piccola parte è per­cepibile dai nostri sensi.

Casomai ve lo steste chiedendo, esiste un paio di altre vibra­zioni non connesse allo spettro elettromagnetico con cui ab­biamo a che fare tutti i giorni.

Il suono, fatto piuttosto strano, non è una porzione udibile della fascia di frequenze delle onde radio. Il suono è una serie di onde di compressione che viaggiano attraverso la materia, create dalla vibrazione a va-e-vieni di un oggetto, come un al­toparlante. Le onde sono percepite quando fanno sì che un ri­cettore, come il nostro timpano, entri in vibrazione. Ogni suo­no che si sente come tono acuto o grave è costituito da onde re­golari, uniformemente spaziate, di molecole di aria o di acqua.

Anche la temperatura non è in relazione con lo spettro elettromagnetico. Il calore posseduto da un oggetto è determi­nato dalla velocità con cui le sue molecole si muovono, velo­cità che a sua volta dipende dalla quantità di energia che è stata introdotta nel suo sistema. Persine oggetti freddissimi hanno una qualche energia calorica perché i loro atomi sono comunque in movimento.

 

Conoscere la meccanica dell'onda vuoi dire conoscere l'intero segreto della Natura.

"walter russell"





GALLERY LINK AMICI HOME
©opyright casteldelmonte.eu - Tutti i diritti sono riservati